Sunday, June 22, 2008

DOMANDE E RISPOSTE -2-

mmh, Mango...

Paolo ha scritto:

Ciao,bel blog complimenti sinceri.Volevo chieterti(vi) se in un "regime" di dieta crudista non sia preferibile mangiare prodotti per quanto possibili locali, della tradizione locale.A parte i frutti esotici, ha secondo te (voi) mangiare una melanzana in friuli? (anche se coltivata li' in serra o quant'altro)Paolo

---------

Ciao Paolo, come avrai notato l'ultimo post che ho scritto risponde in gran parte alla tua domanda... si - per quanto possibile e' meglio mangiare cibi locali e di tradizione locale (e riportare varieta' nella nostra dieta) ed e' buona cosa avere una minora quantita' di cibi esotici che inoltre e' preferibile che provengano da aziende etiche come L'Equo e Solidale... Quando si sceglie di mangiare una dieta alta in cibi crudi vegan (o solo di cibi crudi) e si e' persistenti abbastanza vi e' un processo molto positivo e significativo che inizia ad manifestarsi nel singolo individuo (karma-->dharma), (Tutto Crudo ha scritto un bellissimo articolo '' armonia-naturale-e-benessere'' - clicca qui per leggere..) ...come un' apertura verso nuove frontiere e dimensioni cossiche' si diventa piu' ricettivi e interattivi con l'ambiente e le possibilita' che l'ambiente offre... improvvisamente l'Universo e Madre Natura (che ora sono cosi' vicini) iniziano a prendersi cura del tuo fabbisogno ed ecco ''apparire'' casse di arancie, mandarini, mele, fichi freschi (YUM) ecc. che nessuno considera cibo ma dessert, a volte sono sconti su cibo (come banane 'troppo mature') e noci, insalate anche in Friuli e cosi via si possono crescere come proponi tu, o si cambia lavoro , citta' , luogo e persone attorno , insomma qualche cosa di molto sottile accade , comparibile ad una dolce rivoluzione... come un' apertura e un senso di leggerezza che ti porta verso inaspettati luoghi (e ti vuole bene) e il tutto puo' durare diversi anni per essere totalmente visibile, tangibile... un VIAGGIO CRUDO diciamo , con alti e bassi sicuramente , pur sempre un viaggio... he-he...

Sui frutti esotici vorrei ritornare brevemente per dire che vi sono diversi aspetti da prendere in considerazione sul tema locale: Pensiamo ad esempio che per produrre un kg di frutta esotica (come 4-5 mango, banane Equo Solidale) si necessitano 5-10 volte meno energia che per produrre un kilo di prodotti locali cotti (pasta - riso convenzionale, carne ) allora vediamo che in termini di sostenibilita' mangiare 1-2 mango al giorno in Italia o alcune banane non ha un effetto cosi' negativo di quanto si potrebbe creare mangiando una dieta Standard e Convenzionale anche se Locale o Nazionale. Essere un fruttariano in Italia e cibarsi prevalentemente di frutta esotica sicuramente ha poco senso e credo sia impossibile per maggior parte delle persone per una questione finanziaria. I crudisti fruttariani amanti del esotico come Durian, Mango per esempio spesso viaggiano e/o vivono in luoghi esotici come America Centrale, Indonesia, Australia e cosi via'....

Qundi si mangiare quello che l'ambiente ti da' (in maggioranza) e' una splendida forma di comunicazione e di ringraziamento verso Natura e quello che generosamente sempre sa offrire. Frutta e Verdura in Italia sono abbondanti dopotutto... pensare che in Australia da italiano sono visto e apprezzato come 'esotico'... he-he.... E' cosa buona sapere apprezzare il proprio paease e le circostanze in cui viviamo , vivere nel 'qui' e 'ora'...

Sapere ''quando e quanto'' e' opportuno fare delle eccezioni e' una questione di equilibrio , fiducia , esperienza che verra' da se col passar del tempo...

Un abbraccio caro, Ivan

2 comments:

Anonymous said...

io non mangio tanta frutta esotica...anche perchè non mi piace un granché, unica frutta "esotica" che mangio ogni tanto sono le banane e l'avocado. Le banane più che altro le uso per le ricette crudiste o ne mangio una ogni tanto, invece l'avocado lo adoro con il succo di limone e olio d'oliva :-)
Mi piace leggere i tuoi post, non sono al 100% crudista ma mi piace molto mangiare cibi crudi: l'insalata (tra l'altro dall'orto) ogni giorno ne mangio parecchia, vorrei mangiare più carote...ma grattuggiarle mi viene il nervoso e non mi piacciono proprio così tanto, così ho scoperto che tagliandole a bastoncini piccoli mi piacciono parecchio e poi le mangio senza condimenti vari :-)

Ciao
Marta

Anonymous said...

Ciao Marta ,

scusa il ritardo :-( , sono molto busy e l'unico Internet che uso e' in libreria . Sono impegnato con mille altri progetti e lavori qui , ma... tornero' a parlare di crudismo presto ..., come vedi ci sono altri temi importanti su cui gettare luce hey..., e sono sicuro che hanno in comune molte cose...

Gruessle,
IVan

ps. per grattare la carota quanto ci metti? io un minuto he-he... con il Food Processor poi , non ne' parliamo...